Quando eravamo bambini

Ti ricordi quando da bambini ci raccontavano le storie? Ce ne stavamo tranquilli, con gli occhi chiusi, ad ascoltare la voce di chi ci leggeva un libro o raccontava una favola.

racconti-di-storie

E mentre ascoltavi quelle parole e quel suono, nella tua mente scorrevano le immagini, senza alcuno sforzo. Eri perfettamente rilassato, e ti sentivi al tempo stesso cullato e al centro della storia e dell’azione. Come quando ascolti un’Immaginazione Guidata.

E soprattutto forse ti ricordi che, mentre ascoltavi, eri totalmente nel presente: non pensavi a quello che era successo quel giorno a scuola o a cosa avresti dovuto fare l’indomani.

La tua presenza e la tua attività si basavano sulla tua capacità di immaginare:

  • mondi

  • eventi

  • sentimenti

  • sensazioni

  • emozioni

  • il presente

  • il futuro

Poi, col tempo, sono arrivate le parole, i concetti, e la tua attenzione è stata sempre più presa dal monologo interiore: una vocina che ti racconta come stanno le cose, ti ripete le parole dette da te stesso o da altri, in una continua narrazione logica, razionale.

Le immagini mentali

Un po’ come quelle storie di una volta, l’Immaginazione Guidata si basa sull’evocazione di immagini mentali: ovvero di pensieri con qualità sensoriali. Qualcosa che puoi mentalmente vedere, sentire, odorare, toccare.

Perché quelle immagini mentali sono ancora lì, sullo sfondo, e soprattutto lo è la tua capacità di evocarle, e ti possono portare a una ricchezza di intuizioni, ricordi, desideri, sentimenti, convinzioni. Tutti espressi più da immagini che da concetti o parole.

Fai una prova: chiudi gli occhi, respira profondamente un paio di volte e poi aspetta con pazienza di vedere cosa arriva: immagini o parole? E quando cammini per la strada o guidi la macchina, cosa arriva nella tua mente?

Profonde conseguenze fisiologiche

Un viaggio immaginario guidato, attraverso esperienze mentali, ha profonde conseguenze fisiologiche perché il tuo corpo tende a rispondere all’esperienza immaginata quasi allo stesso modo di come come lo farebbe a un’esperienza esterna, nel mondo reale.

Puoi provare anche ora, ascolta questa Immaginazione Guidata dedicata allo scioglimento delle preoccupazioni e senti la differenza.

Del resto, questa connessione fra mente e corpo era ben nota ai guaritori nell’antichità e lo è tuttora agli atleti , musicisti, danzatori, artisti, che da sempre ricorrono all’immaginario motorio (detto anche cinestetico) per migliorare le loro prestazioni e persino il loro apprendimento.

immaginario-motorio

L’immaginario motorio si attiva quando ti immagini di compiere una specifica azione senza effettuarla fisicamente. Facendolo con continuità, come molti atleti e musicisti, allenando la mente alleni il tuo corpo.

La tua mente e il tuo corpo sono connessi

Ora immagina di prendere un limone e tenerlo in mano.

esperienza-immaginaria
  • Senti al tatto la sua superficie bitorzoluta

  • Lo guardi da vicino e ne osservi il colore giallo, le venature, la forma irregolare

  • Lo lasci cadere sul tavolo e ascolti il tonfo sordo

  • Poi lo tagli in due con un coltello affilato. Senti il coltello affondare

  • Guardi le due metà, ti accorgi che il coltello ha tagliato un seme in due

  • Poi prendi una delle due metà e la addenti, ci affondi i denti superiori

Chiudi gli occhi, ripeti la scena e dimmi cosa succede. Come reagiscono il tuo palato, le tue papille gustative e la tua salivazione?

E se chiudi gli occhi e ti immergi in una fantasia sessuale, come reagisce il tuo corpo?

Allo stesso modo, i pensieri e le immagini che scorrono nella tua mente durante il giorno agiscono al livello inconscio e inevitabilmente determinano reazioni e tensioni nel tuo corpo, nel tuo comportamento, nei tuoi sentimenti e nel tuo modo di pensare.

Decidi a chi dare la tua attenzione

Un antico detto dice: “Qualsiasi sia l’oggetto della tua attenzione, cresce: che sia il tuo giardino, i tuoi figli o le tue preoccupazioni e paure”.

Fatto sta che, come tutti, anche tu vorresti sentirti più sicuro, equilibrato, tranquillo e sereno, ma poi passi la maggior parte del tempo a pensare in modo che produce l’effetto opposto.

Negli anni, hai imparato a dare maggiore attenzione al tuo monologo interiore, alla tua continua narrazione, a quello che non va e a come dovrebbe andare. Essendo sempre altrove e dimenticandoti della presenza e complessità del tuo corpo-mente.

Ma quando la tua mente segue, senza sforzo, un percorso dell’immaginazione, un viaggio immaginario, ti ritrovi nel momento presente, concentrato e rilassato allo stesso tempo. E alleni la tua mente a frequentare quello stato.

distrazioni

Un sogno diurno rigenerante

L’Immaginazione Guidata assomiglia a un sogno diurno che segue una voce, e spesso una musica, nella creazione di una fantasia ricca e multisensoriale. Il ritmo, il linguaggio, le figure evocate creano uno stato di calma ricettiva e fertile in cui rigenerare corpo e mente.

Puoi così creare memorie sicure, perché è stato dimostrato che memoria e immaginazione mentale sono connesse e influiscono una sull’altra.

Gli effetti si faranno sentire fin da subito su tutti i tuoi sistemi fisiologici:

  • Sistema immunitario

  • Respirazione

  • Ritmo cardiaco

  • Pressione sanguigna

  • Funzioni gastrointestinali

  • Funzioni sessuali

  • Livello di cortisolo

Riducendo lo stress, creando pace, prospettiva e chiarezza mentali, alleviando l’insonnia.

Puoi provare subito

Non ci vuole molto per provare, non devi avere nessun particolare orientamento ideologico o religioso.

E oltretutto è divertente, assomiglia a un gioco, un po’ come quelle antiche storie che ti raccontavano da bambino.

Prova ad ascoltare Una passeggiata nel Bosco.